Abano-Fecondazione News

02Maggio

Infiammazione, stress ossidativo e gravidanza

Fattori che influenzano negativamente la gravidanza?

Infiammazione, stress ossidativo e gravidanza

L'infiammazione e lo stress ossidativo sono conosciuti essere due fattori scatenanti ed in grado di alterare il sistema immunitario materno, così da diminuire le chanches di gravidanza e/o aumentare il tasso di abortività o mancato impianto di embrioni.

Lo stress ossidativo periferico stimolato dalla dieta non equilibrata, dallo stato fisiologico e psicologico e da uno squilibrio ormonale, gioca un ruolo importante sul sistema immunitario materno.

Anche fattori infiammatori generali e sosprattutto periferici (endometrio), rilascianti sostanze pro-infiammatorie ( citochine ) o attivanti il sistema del complemento sembra possano alterare l'equilibrio del sistema immunitario materno, a livello anche endometriale, per cui l'embrione non verrebbe più riconosciuto come propio e verrebbe quindi rigettato.

Sono tutti elementi oggi oggetto di studio ed approfondimento, ma che aprono delle prospettive interessanti per le nostre pazienti.

Nuovi test diagnostici ci vengono in aiuto per valutare tali aspetti clinici e le soluzioni terapeutiche attuate successivamente ci hanno consentito di aumentare le percentuali di successo nelle nostre pazienti.

Posted in Abano-Fecondazione News

25Aprile

ENDOMETRIOSI

Quanto importante è una buona ecografia transvaginale

ENDOMETRIOSI

L’endometriosi è una patologia ginecologica frequente, riguardante il 5% della popolazione femminile.Nelle donne con dolore pelvico ed infertilitá, è presente nel 50% e 25-40% rispettivamente.

Una diagnosi precoce è fondamentale per ridurre le complicanze che tale patologia può determinare e per migliorare sensibilmente la sintomatologia dolorosa che affligge tali pazienti.

L’ecografia transvaginale è l’indagine strumentale di prima linea per la diagnosi di endometriosi pelvica ed è particolarmente utile nella diagnosi di endometriosi profonda infiltrante.

L’approccio ecografico sistematico ,seguendo i criteri emanati dal Consensus di esperti ecografisti ( IDEA Group ), ci ha aiutato nel diagnosticare precocemente localizzazioni endometriosiche pelviche.

Il nostro approccio ecografico quindi segue i criteri stabiliti dal Consensus valutando dapprima i segni ecografici di adenomiosi/presenza o assenza di endometriomi.

Ricerca successiva di ”soft markers” ecografici:dolorabilità sito specifica e mobilità ovarica.

Valutazione delle condizioni del cavo del Douglas tramite il segno dello scivolamento in tempo reale (”sliding sign”).

Per poi ricercare noduli di endometriosi profonda infiltrante nel compartimento anteriore e posteriore (vescica,spazio utero-vescicale,setto retto-vaginale,lig.utero-sacrali,retto,retto-sigma,sigma).

Ad oggi quindi l’ecografia transvaginale rappresenta il gold standard per le pazienti con sospetta endometriosi profonda.

Nel nostro studio applichiamo alla routine clinica una attenta valutazione ecografica seguendo i criteri del Consensus IDEA.

 

Posted in Abano-Fecondazione News

25Aprile

INFERTILITA’ IDIOPATICA

Ruolo del microbioma endometriale

INFERTILITA’ IDIOPATICA

È sempre più evidente come uno stile di vita errato, caratterizzato da una alimentazione scorretta, da poca o nulla attività fisica, da abuso di alcool, caffè, fumo e  da stress sia un fattore determinante nel diminuire le probabilità di gravidanza.         

Ed è sempre più evidente come tutti questi fattori influiscono disregolando l’equilibrio esistente nel microbiota ( microorganismi residenti nel corpo umano) e come tale alterato equilibrio si ripercuota anche a livello endometriale.

Lo studio del microbioma , patrimonio genetico dei microorganismi residenti, che risiedono a livello endometriale, è oggi oggetto di molti studi e pubblicazioni scientifiche, in quanto si è dimostrato come l’alterato microbioma sia in relazione con l’infertilità idiopatica, con la poliabortività, con i ripetuti fallimenti d’impianto in PMA e da ultime evidenze scientifiche sembra abbia anche una qualche implicazione nell’endometriosi.

Appare quindi quanto mai importante, per noi specialisti in riproduzione umana, conoscere questi aspetti clinici, diagnosticarli prontamente attraverso opportune indagini cliniche per fornire alle nostre pazienti appropiati interventi terapeutici.

Se vuoi saperne di più, se vuoi ottenere consulenza appropiata, contatta il nostro studio, ti forniremo tutte le giuste informazioni.

Posted in Abano-Fecondazione News

11Aprile

MICROBIOMA ENDOMETRIALE

Lo studio del microbioma endometriale favorisce il successo riproduttivo

MICROBIOMA ENDOMETRIALE

Il delicato equilibrio tra le specie batteriche che colonizzano l'endometrio è un elemento importante durante l'impianto dell'embrione e, in condizioni normali, la specie colonizzante più frequente è il Lattobacillus.

In presenza di una alterazione del microbiota endometriale, l'impianto può essere sfavorito.L'endometrite cronica è l'esempio più importante di patologia causata da una alterazione del microbiota e questa infiammazione delle mucose è spesso asintomatica e non evidenziabile ai controlli di routine.

Si stima che fino al 60% delle donne con aborti ricorrenti ed il 66% di donne con ripetuti fallimenti di impianto siano portatrici di endometrite cronica.

Cicinelli et al Reprod Sci ,2014;21(5):640-7

Cicinelli et alt Hum Reprod,2015;30(2):323-30

Nel nostro studio, da sempre impegnato nello studio dei ripetuti fallimenti di impianto, è oggi possibile , attraverso un test di screening genetico, studiare il microbioma endometriale e migliorare così gli insuccessi riproduttivi.

E' un test quindi utile in pazienti con storia di ripetuti fallimenti dopo PMA o con abortività ricorrente.

Si esegue attraverso un semplice ed indolore prelievo dell'endometrio, con una sottile cannula Pipelle, durante la fase secretiva endometriale nei cicli sostitutivi con terapia ormonale.

Quali informazioni ci fornisce?

-% di Lattobacilli

-% di batteri più rappresentati nel campione

-identificazione e caratterizzazione delle specie che causano endometrite cronica (Enterococco, Streptococco, Staphylococco, Mycoplasma, etc.).

-identificazione e caratterizzazione delle specie patogene che causano malattie sessualmente trasmesse ( Clamydia e Neisseria ).

Il test viene eseguito dal Dr.M.Nalon presso il suo studio, può essere eseguito da solo o associando anche il test EGEA, un test molecolare sull'endometrio in grado di valutare vari aspetti utili a migliorare le chanches di impianto embrionario.

Per informazioni su modalità di esecuzione, tempistiche e costi potete contattare lo studio ginecologico del Dr.M.Nalon telefonando alla segreteria:049-8912024.

Posted in Abano-Fecondazione News

16Settembre

MEDICLINIC la clinica delle eccellenze

Il Dr.Massimo Nalon approda a Mediclinic

MEDICLINIC la clinica delle eccellenze

A partire dal mese di marzo il Dr.Massimo Nalon collaborerà con Mediclinic a Pozzonovo, una realtà clinica di eccelenza della provincia di Padova , una struttura medica all'avanguardia dotata delle tecnologie di ultima generazione e di un Poliambulatorio Specialistico attrezzato e competente.

Svolgerà la sua attività professionale nel campo della ginecologia-ostetricia con particolare riguardo alle problematiche dell'infertilità di coppia, della poliabortività svolgendo la sua opera di consulenza, di visita, di approfondimento diagnostico con particolare riguardo allo studio ecografico tridimensionale dell'apparato genitale femminile.

Esegue isteroscopie diagnostiche ed attività chirurgica ginecologica.

Per informazioni rivolgersi a Mediclinic Pozzonovo (PD),Via IV Novembre, 10/c

Tel:0429/772906 - mail:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.  Visita il sito : www.mediclinic.it

Posted in Abano-Fecondazione News

05Gennaio

IL PROFILO IMMUNITARIO UTERINO PUÒ ESSERE DI AIUTO PER LE DONNE CON RIPETUTI FALLIMENTI D’IMPIANTO DOPO FECONDAZIONE IN VITRO

Conoscere il profilo immunitario endometriale può migliorare le nostre conoscenze nelle donne con ripetuti fallimenti d’impianto

IL PROFILO IMMUNITARIO UTERINO PUÒ ESSERE DI AIUTO PER LE DONNE CON RIPETUTI FALLIMENTI D’IMPIANTO DOPO FECONDAZIONE IN VITRO

L’impianto embrionario rimane il principale fattore limitante i successi nella riproduzione assistita.

Attraverso lo studio del profilo immunitario endometriale,con un semplice prelievo ambulatoriale con sottile cannula,ne valutiamo le caratteristiche in quella paziente.

Si è riscontrato che più dell’80% delle donne con storia di ripetuti fallimenti d’impianto embrionario dopo fecondazione in vitro, hanno un profilo “disregolato”, ma non tutte le disregolazioni abbisognano degli stessi provvedimenti terapeutici.

Quindi è fondamentale individuare quali meccanismi risultano alterati in quella determinata paziente per personalizzare la cura e trarne quindi i massimi benefici possibili allo scopo di migliorare i tassi di gravidanza in un transfer successivo.

Da tempo siamo impegnati nell’approfondimento delle nostre conoscenze nell’ambito dei ripetuti fallimenti di impianto, la collaborazione con un Laboratorio di Genetica Molecolare di Milano, ci ha permesso di migliorare le nostre strategie di cura, nell’ottica di fornire alle coppie una sempre maggior possibilità di gravidanza.

Posted in Abano-Fecondazione News

28Dicembre

Dieta ed endometriosi

Un aiuto naturale

Dieta ed endometriosi

L'endometriosi è una comune condizione patologica, è stato riportato che la sua prevalenza nella popolazione femminile generale sia tra il 5-10%.

Nelle donne con dolore pelvico ed infertilità l'endometriosi ha una più alta prevalenza arrivando al 25-40%.

Un aiuto naturale nella riduzione del dolore causato dall'endometriosi deriva dalla dieta, che eliminando cibi a potenziale azione proinfiammatoria ed introducendone con potenzialità di riduzione dell'infiammazione causata dalla endometriosi, contribuiscono a ridurre sensibilmente il dolore cronico che accompagna tale patologia.

Gli studi scientifici comprovanti l'importanza della dieta nell'endometriosi oramai sono molteplici e tutti a favore di questo "aiuto naturale".

Se hai problemi di endometriosi, soprattutto se cerchi una gravidanza e hai difficoltà, se hai dolore pelvico cronico, contatta il nostro studio, faremo una valutazione clinica approfondita e ti informeremo sui consigli dietetici e non solo, al fine di ridurre i disturbi ed aumentare le chanches di successo di una gravidanza.

Posted in Abano-Fecondazione News

26Dicembre

Il sistema immunitario in gravidanza

Un delicato equilibrio

Il sistema immunitario in  gravidanza

La gravidanza rappresenta un allotrapianto, i meccanismi immunologici che entrano in gioco sono molto complessi ed a tutt’oggi non completamente definiti.

Affinchè l’embrione abbia la possibilità di impiantarsi e dar esito ad una gravidanza evolutiva, vi deve essere un perfetto equilibrio immunologico del comparto materno-fetale.

Se vi è uno sbilanciamneto del sistema immunitario a favore di una immunità mediata principalmente dai Th1 (linfociti T helper 1) con maggior produzione di IL-2, INF-γ,TNF-α vi sarà un aborto.

Se invece il sistema immunitario ha una predominanza di immunità mediata da Th2 (linfociti T helper 2), producenti IL-3, IL-4, IL-10,vi sarà una gravidanza evolutiva.

Molti altri meccanismi immunologici sono implicati nel rigetto dell’embrione e molti sono gli elementi che modulano in un senso o nell’altro la risposta:fattori ormonali, il progesterone in primis svolge un ruolo nel modulare alcuni meccanismi immunologici alla base dell’impianto embrionario.

Le citochine, il LIF (leukemia inhibitory factor), i linfociti Tregg, i natural killer endometriali solo per citarne alcuni, sono tutti elementi che, a vario titolo e con meccanismi diversi, influenzano l’impianto embrionario e la sua favorevole evoluzione.

Un ruolo importante sembra rivestirlo anche la vitamina D che modula il sistema immunitario a livello endometriale.

L’interesse del nostro studio verso tali problematiche,che hanno notevoli implicazioni nel meccanismo dell’impianto embrionario,ci ha portato ad approfondire gli aspetti immunologici dell’endometrio e di genetica dello stesso,per migliorare le nostre conoscenze e per cercare delle possibili soluzioni terapeutiche al fine di aumentare le chanches di successo per le coppie che a noi si rivolgono.

Posted in Abano-Fecondazione News

24Dicembre

FISH su spermatozoi

un test utile per i ripetuti fallimenti in PMA

FISH su spermatozoi

Dal 2 al 3% circa di tutti gli spermatozoi, di uomini normalmente fertili,sono geneticamente anomali.

Ci sono prove che questa percentuale può aumentare in uomini subfertili.

Gli studi hanno dimostrato una relazione tra esami seminali alterati ed una maggiore presenza di aneuploidie negli spermatozoi.

Una morfologia seminale particolarmente compromessa correla con una maggiore percentuale di aneuploidie seminali e questo ha un impatto negativo sul tasso di gravidanza, determina errori nell’impianto ed è associato ad aborti ricorrenti.Il test FISH (ibridazione in situ fluorescente) sul campione spermatico identifica i singoli cromosomi negli spermatozoi con sonde specifiche.

Il test quindi risulta indicato per quelle coppie con infertilità inspiegata, ripetuti fallimenti con FIVET/ICSI, abortività ricorrente, oligoastenoteratospermia,teratozoospermia grave,frammentazione DNA su seminale elevata.

Il nostro studio è in grado di offrire questa analisi genetica, sempre nell’ottica di miglioare le chanches di gravidanza alle coppie che a noi si rivolgono.

Per informazioni sulle modalità di esecuzione del test, potrete rivolgervi direttamente allo studio del Dr.M.Nalon.

Posted in Abano-Fecondazione News

23Dicembre

DIAGNOSI PREIMPIANTO

Oggi anche presso il nostro Centro

DIAGNOSI PREIMPIANTO

Oggi, nel corso del trattamento di fecondazione assistita è possibile identificare la presenza di malattie genetiche ereditarie o di alterazioni cromosomiche dell’embrione allo stadio di Blastocisti prima del trasferimento in utero attraverso una procedura che si chiama Test Genetico Preimpianto (PGT)

 

Esso si suddivide in: 

 

La PGT-M e PGT-SR, quando all’interno della coppia c’è un rischio di trasmettere una specifica malattia genetica alla prole (es. fibrosi cistica, talassemia, atrofia muscolare spinale, distrofia miotonica, neurofibromatosi, distrofia muscolare di Duchenne-Becker, emofilia A o B).  In questo caso la diagnosi è mirata a identificare embrioni affetti da quella determinata patologia genetica. In modo da prevenire il concepimento di un bambino affetto specificamente e unicamente dalla patologia da cui sono affetti i genitori, o di cui sono portatori sani.

PGT-M (malattie monogeniche) quando la malattia è localizzata su di un Gene.

PGT-SR (alterazione strutturale) quando la malattia è data dalla forma ovvero da un frammento che si rompe o si sposta di posizione. 

La procedura prevede che come prima tappa ci sia un colloquio preliminare con lo specialista in Genetica Medica, il quale, dopo aver valutato la storia clinica della coppia, illustrerà le procedure, al fine di avere un quadro accurato e completo del loro percorso.

Si parte da un comune prelievo di sangue periferico della coppia e, di un familiare affetto, al fine di preparare le sonde molecolari specifiche per l’analisi genetica preimpianto, dopo di che lo specialista Ginecologo in Medicina della Riproduzione potrà iniziare il trattamento di PMA. 

Prodotti un certo numero di embrioni (Blastocisti) verrà eseguita una biopsia embrionaria verrà effettuata allo stadio di blastocisti e fatta l’analisi genetica sul frammento prelevato attraverso una tecnologia definita Sequenziamento Massivo (in inglese NGS -Next Generation Sequencing-).

Inoltre, è importante sapere che attraverso questo esame non ne vengono minimante compromesse le qualità della blastocisti e le possibilità di impiantarsi nell’utero materno. 

 

 

 

La PGT-A serve a identificare quelle blastocisti che hanno anomalie del numero dei cromosomi. I cromosomi sono formazioni fibrose portatrici delle informazioni genetiche, una persona sana ha 22 coppie di cromosomi (ogni coppia è composta da un cromosoma della madre e da un cromosoma del padre) + 2 cromosomi sessuali che determinano il sesso dell’individuo. Proprio il numero non corretto di cromosomi dell’embrione trasferito nell’utero della madre può essere una delle molte cause del fallimento dei cicli di fecondazione in vitro. Lo stato in cui nell’embrione sono presenti alcuni cromosomi in più o, al contrario, mancano, si definisce aneuploidia.

 

Lo scopo dello screening delle anomalie cromosomiche PGT-A è quello di cercare di ottenere la nascita di un bambino sano nel più breve tempo possibile:

Riducendo il tasso di aborti.

Minimizzando il rischio di complicazioni in gravidanza;

Diminuendo la durata del trattamento (conseguentemente i tempi e costi finanziari) riducendo il numero di cicli ripetuti;

Riducendo il numero di gravidanze multiple;

Minimizzando l’incidenza di gravidanze con feti affetti da anomalie cromosomiche;

Incrementando il tasso di gravidanza a termine per trasferimento embrionale;

 

È utile ricordare che: (articolo 14, punto 5, legge 40/2004). Le coppie che si sottopongono ad un ciclo di fecondazione in vitro possono richiedere di essere informate sullo stato di salute degli embrioni, e, se vi sono le indicazioni, si può procedere con la PGT. Essa si configura come un metodo diagnostico che si esegue su biopsie cellulari dell’embrione prima del suo trasferimento in utero.

E nell’ottica di dare alle coppie che a noi si rivolgono, il miglior servizio e le tecnologie più avanzate, è possibile eseguire la diagnosi preimpianto sulla blastocisti, al fine di diagnosticare malattie genetiche ereditarie,alterazioni cromosomiche dell’embrione.

Potrete programmare una consulenza presso il nostro studio, al fine di approfondire il Vostro caso e discuterne con lo specialista.

Posted in Abano-Fecondazione News

23Dicembre

Ripetuti fallimenti in PMA

Test genetico sull’endometrio

Ripetuti fallimenti in PMA

EGEA™ (Endometrium Genes Expression Assessment) 

EGEA ™ è un test molecolare sviluppato da ImpactLab che analizza il tessuto prelevato da una biopsia endometriale per valutare l’espressione di 30 geni nell’endometrio durante la fase luteinica di ricettività̀.

Vengono analizzati gli mRNA di 30 geni (più 5 di normalizzazione) correlati a:

risposta ormonale;

attivazione immunitaria;

interazione materno-embrionale;

proliferazione e adesione cellulare;

angiogenesi.

 

L'RNA, o acido ribonucleico, è l’acido nucleico coinvolto nei processi di codifica, decodifica, regolazione ed espressione dei geni. I geni sono segmenti più o meno lunghi di DNA, che contengono le informazioni fondamentali alla sintesi delle proteine. In termini molto semplici, l'RNA deriva dal DNA e rappresenta la molecola di passaggio tra quest'ultimo e le proteine. Qualche ricercatore lo definisce il “dizionario per la traduzione del linguaggio del DNA nel linguaggio delle proteine», in quanto permette di tradurre i segmenti nucleotidici di DNA (che sono poi i cosiddetti geni) negli aminoacidi delle proteine. L’mRNA è un tipo di RNA che codifica e porta informazioni durante la trascrizione dal DNA ai siti della sintesi proteica, per essere sottoposto alla traduzione. 

La metodica utilizzata: Estrazione di RNA e quantificazione attraverso il sistema di analisi Dx nCounter di NanoString 

EGEA ™ risulta indicato per tutte le donne che hanno avuto fallimenti multipli nell’impianto di embrioni in occasione dei vari tentativi di PMA e rappresenta un supporto per il ginecologo nella scelta dell’opzione terapeutica mirata per quella donna, in modo da incrementare le chance per il buon esito dell’impianto. 

 

Il referto è composto da due parti: 

La prima con la descrizione del tessuto redatta dall’anatomo patologo 

• Valutazione istologica 

• Immunoreattività con CD 138 per una valutazione delle plasmacellule per identificare un’eventuale endometrite cronica (coerente/negativo – positivo) 

 

La seconda, molecolare, con il profilo di espressione di alcuni gruppi di geni correlati ad aspetti diversi del complesso meccanismo di impianto e interazione materno-embrionale 

• Il referto segnalerà̀ gli eventuali “picchi” (up/down) discordanti dall’atteso (campione di donne che hanno avuto gravidanze), indicando quindi quale variabile potrebbe maggiormente influire sul transfer.

Il nostro studio lo esegue,nell’ottica di migliorare le performances delle pazienti,soprattutto in quelle coppie con ripetuti fallimenti di impianto.

È un test che si esegue attraverso un piccolo prelievo dell’endometrio,indolore,attraverso una sottile cannula Pipelle.L’esito dopo circa 20 gg verrà poi discusso con i pazienti al fine di valutare eventuali terapie.

 

 

Posted in Abano-Fecondazione News

14Ottobre

ENDOMETRIOSI PELVICA ED INFERTILITA'

Diagnostica ecografica

ENDOMETRIOSI PELVICA ED INFERTILITA'

L'endometriosi e l'adenomiosi rappresentano ad oggi una patologia molto frequente, riscontrabile nelle donne infertili in una percentuale significativa.

Sono oramai note le implicazioni di tale patologia sulla infertilità , come nota è la sintomatologia algica talvolta debilitante per la paziente.

E' una patologia che molte volte viene diagnosticata in ritardo e che può determinare serie problematiche di salute alla donna.

L'ecografia transvaginale rappresenta oggi uno strumento insostituibile nella diagnostica della endometriosi.Nell'ambito di tale patologia l'ecografia bi- e tridimensionale ha letteralmente rivoluzionato l'intera diagnostica ed il management delle pazienti.

Il nostro studio avvalendosi di una apparecchiatura ecografica bi-e tridimensionale, oltre che una esperienza nel campo della infertilità pluridecennale, pone particolare attenzione alla diagnostica, il più precoce possibile, di tale patologia, spesso subdola; al fine di porre una corretta diagnosi ed impostare un iter terapeutico corretto che fornisca alle coppie la maggiore possibilità di ottenimento della desiderata gravidanza.

Posted in Abano-Fecondazione News

17Luglio

ENDOMETRIO RECETTIVO E LIVELLI DI PROGESTRONE

Come valutare la fase luteale

ENDOMETRIO RECETTIVO E LIVELLI DI PROGESTRONE

Il nostro interesse per la recettività endometriale ed i ripetuti fallimenti di impianto embrionario, ci ha indotto a valutare con più attenzione l'impatto dei livelli del progesterone sierico nella fase luteale ed il rapporto con le chanches di gravidanza.

Attraverso la valutazione dei livelli del Progesterone nella fase luteale precoce e medio luteale e la loro correlazione con le percentuali di gravidanza, abbiamo potuto osservare che vi sono livelli di Progesterone al di sotto/al di sopra dei quali le possibilità di gravidanza si riducono.

Un nuovo test di valutazione endometriale ci è venuto, negli ultimi tempi, in aiuto permettendoci attraverso le informazioni derivanti dal test ed associando queste ultime ai valori del Progesterone, che meglio correlavano con la gravidanza, di personalizzare il trattamento per la paziente al fine di aumentare le possibilità di gravidanza.

I risultati ad oggi sono incoraggianti e ci spingono ad approfondire le conoscenze in questo campo, che tutt'ora rappresenta un terreno per molti versi ancora inesplorato.

Posted in Abano-Fecondazione News

20Marzo

RECETTIVITA' ENDOMETRIALE IN PMA

Un nuovo test molecolare sull'endometrio

RECETTIVITA' ENDOMETRIALE IN PMA

Il Dr.M.Nalon, da sempre impegnato nello studio della problematica dei ripetuti fallimenti in PMA e della recettività endometriale, ha aderito ad uno studio multicentrico , in collaborazione con un importante Laboratorio di Genetica Molecolare di Milano ed ha iniziato ad utilizzare un test molecolare in cui si valuta l’espressione di alcuni geni nell’endometrio (la mucosa che riveste internamente l’utero) durante la fase luteinica di ricettività, ciòè nel periodo in cui dovrebbe avvenire l’annidamento dell’embrione nell’utero. Sappiamo che molti sono i fattori che influenzano la buona riuscita di un trattamento di fecondazione in vitro, ma sappiamo altresì che l'endometrio e soprattutto la recettività dello stesso, pesano per i 2/3 nel successo del trattamento. Da sempre sappiamo che l’endometrio subisce notevoli cambiamenti durante le fasi del ciclo mestruale a seguito delle variazioni ormonali, ma oggi, grazie ad analisi molecolari condotte sull’RNA di questo tessuto, è possibile identificare un profilo di espressione di alcune proteine differente per ogni fase e caratteristico di ogni donna. Per eseguire questo test si parte da una comune biopsia endometriale mantenuta in formalina al 10% eseguita nel periodo post ovulatorio. Il referto sarà composto da due parti: la prima con la descrizione istologica redatta dall’anatomo patologo e la seconda molecolare con il profilo di espressione di alcuni gruppi di geni correlati ad aspetti diversi del complesso meccanismo di impianto e interazione materno-embrionale. Il referto segnalerà gli eventuali “picchi” (up/down) discordanti dall’atteso (campione di donne che hanno avuto gravidanze), indicando quindi quale variabile potrebbe maggiormente influire sul transfer. Nello specifico verranno analizzati gli mRNA di 35 geni correlati a: risposta ormonale attivazione immunitaria interazione materno-embrionale proliferazione e adesione cellulare vascolarizzazione In questo modo si ottiene un’informazione molto più approfondita di ciò che sta accadendo in quel tessuto in un determinato momento e si può eventualmente intervenire, ad esempio modulando la terapia farmacologica (ormonale, immunitaria) in modo da ottimizzare le condizioni di ricettività in previsione del transfer. Lo scopo di questo test quindi non è temporale (indicare una finestra per il transfer), ma di “fotografare” ed eventualmente correggere la ricettività di quell' endometrio affinchè il transfer avvenga nelle migliori condizioni possibili aumentando quindi le probabilità di gravidanza per quella donna, indipendentemente dall’età.

Posted in Abano-Fecondazione News

12Marzo

ETEROLOGA PRESSO PMA BABY 3.0

Una collaborazione che da buoni frutti

ETEROLOGA PRESSO PMA BABY 3.0

Da circa 1 anno il nostro Centro PMA Baby 3.0 , presso Pavanello a P.te di Brenta, dove il Dr.M.Nalon opera da oramai 3 anni, ha avviato una stretta collaborazione con il Centro Fertilab di Barcellona.

Abbiamo avviato i programmi di trattamento eterologo sia maschile ( seme da donatore) che femminile ( ovodonazione-embriodonazione), nel rispetto della normativa di legge e registrando ad oggi degli ottimi risultati sia dal punto di vista organizzativo che soprattutto clinico, con un tasso di gravidanza che sfiora il 60%.

Siamo quindi incoraggiati a continuare nel nostro percorso, nell'ottica di dare alle coppie che a noi si rivolgono, un servizio che sia all'avanguardia e miri all'obiettivo di ottenere la gravidanza.

Posted in Abano-Fecondazione News

[12 3 4 5  >>  

Il Consiglio del Medico

Domande? Dubbi? Il Dr. Nalon è a disposizione per rispondere alle vostre domande su sterilità, procreazione assistita e gravidanza.

Vai al Form

Domande e Risposte, leggi una selezione di risposte alle domande di altri utenti.

Vai alle domande frequenti