ECOGRAFIA 3D

L'ecografia 3D permette di visualizzare gli organi interni ed il feto secondo i 3 piani dello spazio, migliorando sensibilmente le nostre possibilità diagnostiche.

Leggi tutto

FECONDAZIONE ASSISTITA

La procreazione medicalmente assistita è un insieme di tecniche altamente specialistiche che hanno lo scopo di porre rimedio a molti casi di infertilità.

Leggi tutto

GRAVIDANZA

La gravidanza rappresenta per i futuri genitori un momento unico. E' importante che il ginecologo segua tutta la durata della gravidanza

Leggi tutto

Visita Ginecologica

Come si svolge una visita ginecologica ?

Molte donne hanno paura di affrontare un esame ginecologico, soprattutto se è la prima volta. Potrebbe essere d'aiuto descrivere in cosa consiste una visita ginecologica. La visita è solitamente preceduta da un colloquio che consente al ginecologo di raccogliere accuratamente l'anamnesi familiare, fisiologica e patologica: informazioni sullo stile di vita, la storia clinica e tutte le malattie importanti avute fin dall'infanzia, comprese le informazioni sulla salute dei familiari.

Dopo il colloquio informativo ci si accomoda sul lettino dove il ginecologo procede con i seguenti esami:

Esame esterno

In primo luogo il ginecologo deve esaminare l'addome per sentire se fegato, reni e milza sono ingrossati. Subito dopo passerà all'esame della vulva, cioè dei genitali esterni, per controllare che non ci siano segni d'infezione, gonfiori, escrescenze, ulcere o piaghe.

Esame interno

L'esame interno si divide in due momenti: Esame bimanuale - il ginecologo inserisce due dita della mano (l'indice e il medio) nella vagina, mentre con l'altra mano preme sul basso addome. In questo modo riesce a mettere in evidenza l'utero e per valutarne forma, consistenza, mobilità e posizione. Spostandosi leggermente verso destra e verso sinistra, potrà inoltre verificare lo stato delle ovaie e delle tube. Esame con la speculum - lo speculum è un apposito strumento che, inserito nella vagina, permette di vedere chiaramente il collo dell'utero e le pareti vaginali, nonché eventuali anomalie presenti (per esempio, erosioni o infiammazioni). Lo speculum è, inoltre, lo strumento che permette di effettuare il pap-test.

Esame del seno

La visita ginecologica non è un'esperienza dolorosa, ma molto dipende dall'abilità e dalla delicatezza del ginecologo e dalla capacità di rilassamento della donna. Il medico completa la visita effettuando l'esame del seno, per controllare che non esistano noduli, granulosità o qualsiasi altra anomalia. Un'occasione da non perdere per farsi mostrare come eseguire da sole questo esame: è opportuno, infatti, effettuare l'autoesame d el seno ogni mese, preferibilmente una settimana dopo il ciclo, quando le mammelle non sono gonfie o sensibili.


Valutazione dello stato


Al termine della visita il ginecologo farà una valutazione del vostro stato. Nel caso in cui prescriverà farmaci o contraccettivi dovrà spiegare come agiscono, quali sono le loro proprietà, come si usano, quali sono i possibili effetti collaterali. Se qualcosa di quello che viene detto dal medico non fosse chiaro, non esitare nel chiedere spiegazioni: uscirete così dallo studio medico avendo risolto il maggior numero di dubbi e problemi.

Il Consiglio del Medico

Domande? Dubbi? Il Dr. Nalon è a disposizione per rispondere alle vostre domande su sterilità, procreazione assistita e gravidanza.

Vai al Form

Domande e Risposte, leggi una selezione di risposte alle domande di altri utenti.

Vai alle domande frequenti